I progetti di innovazione non devono essere visti come eventi sporadici e isolati, qualcosa da mettere in pista “una tantum” o solo in “caso di necessità“, ma bensì vanno gestiti con una chiara visione d’insieme in un ambiente in grado di valutare, promuovere e gestire costantemente l’innovazione come un’azione quotidiana (#innovareognigiorno).

I progetti di innovazione

Photo by Daniel Mingook Kim on Unsplash

Perché un’organizzazione dovrebbe strutturarsi per operare con progetti di innovazione?

Perché viviamo in quella che è stata definita la Project Economy, ovvero una situazione di mercato globale, eterogenea e incerta, nella quale le persone dovranno avere le capacità e le competenze necessarie per trasformare le idee in realtà grazie ai progetti.

I progetti di innovazione sono la risposta alle esigenze delle organizzazioni di creare o redistribuire valore nelle proprie attività in un contesto decisamente fluido e incerto. Non a caso è previsto che entro il 2030 il 70% delle attività di business sarà gestita con progetti (oggi parliamo del 35% circa) per creare nuovo valore o, semplicemente, rimanere nel business.

I progetti sono, per definizione (rif. PMBOK® Guide – sesta edizione):

iniziative temporanee intraprese per creare un prodotto, un servizio o un risultato con caratteristiche di unicità

Ovvero eventi unici nati con uno scopo preciso, una struttura chiara, budget, tempistiche… gestiti con professionalità tecniche, visione e capacità di empatia con gli stakeholder coinvolti (interni ed esterni), utilizzando strumenti potenti, ma al tempo stesso abbordabili, come, ad esempio, il Project Canvas.

Per approfondimenti su come guidare progetti di successo, si rimanda al seguente articolo.

Il concetto su cui si basa il seguente articolo è che

L’unicità del progetto rafforza il suo valore quando è inserito in un sistema organico di gestione dell’innovazione

La visione d’insieme

Come chiarito in altri articoli (La leadership efficace, Guidare progetti di successo e Il Project Canvas) l’analisi del contesto e degli stakeholder coinvolti è un’azione fondamentale nel definire la strategia dell’organizzazione, al fine di comprendere qual sia “l’area” nella quale ci muoviamo e chi sono i soggetti che possono influenzare o essere influenzati dalle nostre attività (gli stakeholder).

Il punto di partenza per un’organizzazione è la definizione dei propri valori e delle priorità, aspetti distintivi che fungono da fondamenta per costruire lo sviluppo futuro all’interno della propria missione, ovvero della ragione per cui l’organizzazione esiste.

Considerando questi elementi va definita la visione dell’organizzazione, cioè il desiderata futuro in termini di mercato, struttura organizzativa, proposte di valore… in modo chiaro e non ambiguo, anche esemplificando, affinché tutti i soggetti interessati conoscano la “destinazione finale” verso cui si muove l’organizzazione.

Raggiungere ora la visione dell’organizzazione è possibile attraverso progetti di innovazione coordinati e interagenti, anche concorrenti tra loro, che siano in grado di soddisfare la strategia dell’organizzazione.

Di seguito si riporta un’esemplificazione grafica del percorso descritto:

Raggiungere la visione dell’organizzazione può rilevarsi complesso e necessitare di più interventi in tempi diversi. Per questa ragione è utile creare un Portfolio per l’innovazione per gestire gli obiettivi strategici, ovvero un gruppo di progetti (e/o programmi) e attività (anche operations) per ottenere i risultati (e i benefici) attesi dall’organizzazione e poter ri-allocare le risorse in funzione delle mutate priorità (per approfondimenti sul portfolio management, si rimanda al seguente articolo).

Strutturare la strategia per l’innovazione secondo una chiara visione d’insieme, all’interno dell’organizzazione e attuarla attraverso un Portfolio di progetti per l’innovazione, ha i seguenti indubbi vantaggi:

  1. Avere un struttura robusta di opportunità per gestire lo sviluppo duraturo e sostenibile.
  2. Poter contare su più opzioni nell’effettuare gli investimenti, senza essere legati a una o poche scelte limitanti.
  3. Gestire il proprio business (progetti di innovazione e operations) in modo coordinato e interagente, col solo obiettivo di realizzare o redistribuire valore (fonte: ISO 56000).

Scovare le unicità

Quando si parla di innovazione pensiamo immediatamente a qualcosa di nuovo (solitamente per il mercato) in grado di portare valore.

Spesso alla base di questa ricerca senza fine si annida il concetto di essere unici, ovvero scovare valore dove altri non sono ancora giunti (logica della Strategia Oceano Blu) o, in generale, dove possiamo performare meglio rispetto ai nostri competitor.

Di seguito si riporta un’infografica riassuntiva di questo concetto:

Al fine di trovare la proposta di valore unico, memorabile, che possa funzionare, da sviluppare in progetti di innovazione, applichiamo queste semplici regole, per quanto possibile:

  1. Evitiamo la competizione diretta dove la concorrenza fa meglio: creando piani di mitigazione della minacce.
  2. Rendiamoci efficienti nella competizione diretta: la competizione non si può evitare, ma proviamo a spostare la proposta dove performiamo meglio.
  3. Tagliamo gli sprechi quando non forniscono valore ai clienti: utilizziamo il framework Eliminare-Ridurre-Aumentare-Creare descritto nella Strategia Oceano Blu, valido anche per il punto precedente.
  4. Potenziamo la nostra offerta di valore unica a memorabile sfruttando tutte le opportunità presenti.

Gestire i progetti di innovazione per creare valore costantemente

Photo by GR Stocks on Unsplash

Come introdotto all’inizio del presente articolo i progetti di innovazione non sono eventi sporadici, ma devono far parte di una visione d’insieme sull’innovazione per l’organizzazione, che coinvolge la strategia a medio e lungo termine considerando tutte e 4 le prospettive aziendali, come proposte dalla Balanced Scorecard (per approfondimenti sui vantaggi dell’innovazione si rimanda al seguente articolo).

In questo contesto i sistemi di gestione aiutano l’innovazione delle organizzazioni, creando un framework robusto sul quale generare valore attraverso l’innovazione continua.

Uno strumento estremamente pratico nel gestire progetti di innovazione è il Project Canvas, in grado di comunicare, organizzare e gestire i progetti di innovazione coinvolgendo tutti gli stakeholder.

Conclusioni

Se vogliamo fare innovazione per creare o redistribuire valore avvaliamoci di progetti ben strutturati.

Se vogliamo crescere come organizzazione partiamo da una visione di insieme chiara e condivisa, al fine di poter mettere in campo tutti i progetti e le attività per l’innovazione necessari, secondo una logica olistica.

La gestione della strategia di sviluppo e crescita (sostenibile), attraverso un Portfolio di progetti per l’innovazione, è la via maestra per ottenere i risultati attesi e poter soddisfare la visione dell’organizzazione.

I feedback sono più che benvenuti

Qualsiasi domanda o feedback a riguardo è più che benvenuto!

Potete contattarci ai seguenti riferimenti.

Per iscriversi gratuitamente alla nostra Newsletter (massimo 6 uscite all’anno), cliccate qui.

Grazie dell’attenzione e buon lavoro!