Il network che funziona è quello che genera più valore rispetto alle risorse investite

In sostanza parliamo di un ROI nel quale il valore è misurato in benefici per chi partecipa al network. Questi benefici possono essere di varia natura (uno o un mix di questi):

  • di tipo relazionale(portfolio di contatti per esigenze future)
  • pro-branding (posizionarsi come interlocutore autorevole e riconosciuto)
  • per creare o mantenere canali di vendita e/o di rapporti con la clientela

Ma la domanda vera e propria è

come far funzionare un network?

La risposta sta nella frase ad inizio del post, per dirla con una metafora il network funziona “se gira“.

Nel 2005 fondai ARM Process, una rete di professionisti in diversi settori (strategia, organizzazione, controllo di gestione, qualità, conformità prodotti da costruzione, privacy, contrattualistica), in grado di fornire ai propri clienti un servizio competente, completo ed integrato.

In oltre 10 anni di prospera attività gli interlocutori sono mutati fino a consolidarsi oggi in un team e partner stabili.

Questo è avvenuto grazie alla creazione di gruppi di lavoro specifici per ogni commessa, nei quali si lavora in autonomia dopo essersi allineati, attraverso il consenso e la competenza e non secondo logiche top-down di gerarchie verticali, sulla visione dei risultati da ottenere con valori condivisi sin dall’inizio (competenza, snellezza, responsabilità, evitare conflitti d’interesse…).

In ogni singolo progetto svolto i valori sono concretizzati dal gruppo e dal singolo professionista coinvolto.

Questa oclocrazia è in grado di mantenere l’indipendenza e la professionalità del singolo, promuovendo lo sviluppo di competenze verticali, ma anche la capacità di lavorare in team, ricevendone il supporto e la protezione, riuscendo così a portare a termine risultati in forma congiunta, ma sempre in assetto variabile e quindi con snellezza, a cui il singolo non potrebbe mai ambire.

Il mio ruolo consiste principalmente nel gestire il portfolio dei progetti, fare scouting di stimoli sempre nuovi dall’esterno (novità) e raccogliere feedback dai clienti, per fornire quelle informazioni combinate “in-out” in grado di essere stimoli alla crescita del singolo e del gruppo.

E il tuo network come funziona?

Se sei interessato a comprendere come sfruttare le opportunità offerte dal nostro network non esitare a contattarci.